Lettori fissi

lunedì 25 marzo 2013

TE LO DO' IO IL PATCHWORK...

C'era una volta il Patchwork, quello "vero".
Creato da Superdonne dotate di una santa pazienza e infuse di una scienza quasi occulta, che fa loro combaciare al millimetro ogni angolino di stoffa ritagliata a regola d'arte utilizzando squadre e squadrette, misteriosi calcoli matematici, schemi scientificamente provati e algoritmi ancestrali...

E poi... E poi c'è il Patchwork-Zukk, quello che la sottoscritta ha voluto ad ogni costo provare, senza cognizione di causa alcuna, senza suggerimenti se non quelli trovati saltellando qua e là sul web, qualcuno carpito al telefono ad una cara amica dalle mani d'oro grazie Cristina! 
Senza avere in casa un solo libro sull'argomento, conscia di essere al livello -001 sulla scala delle Quilters dilettanti, ma stanca di sbavare davanti a quegli "arazzi" favolosi ammirati nelle fiere, armata di un grande coraggio e una voglia irrefrenabile di far piazza pulita di ogni rimasuglio di stoffine accumulate da anni di "esperimenti" di cucito creativo, un bel giorno si è messa in testa di voler produrre una coperta.
Ma si, perchè mai iniziare da qualcosa di piccolo e semplice?
Suvvia, potevo non impazzire per mesi e mesi cucendo triangoli colorati (280!) come un'operaia alla catena di montaggio della Fiat nei tempi d'oro?
Ogni tanto la mia vocina interiore, quella assennata, si faceva sentire... Mi sussurrava: "Ma che fai? Cosa ti è saltato in mente? Non sai nulla sull'argomento..." 
Ma io tiravo dritta, cucendo e scucendo i triangolini venuti troppo storti... (solo io riesco a produrre triangoli storti, mica poco eh!) 
In fin dei conti, mi dicevo, chi è che ha inventato il Patchwork?
E' stata la mamma di Arlecchino!!!

Ve lo ricordate il vestito di carnevale? E' stato creato non molto distante da dove abito io, e non credo che le siano venuti tutti dritti nemmeno a lei i triangoli del vestito!
E così, dopo mesi e mesi di duro lavoro, ieri sera ho messo l'ultimo punto al bordino di contorno (che nel gergo di chi sa davvero fare questo lavoro si chiama "binding") e, con ancora il pollicione color rosso amaranto per il duro lavoro d'ago che è stato costretto a fare, con l'orgoglio di una neo-mamma che guarda la sua primogenita venuta non troppo bellina e precisa, ma con tutti i canoni che si era prefissata all'inizio di questo esperimento e cioè di non metter mano al portafogli se non per acquistare l'occorrente per il bordino, il filo in tinta e il pezzo di pile per il retro ("backing"), in modo da ripulire i cassetti dai rimasugli di stoffe (prima che torni la prossima edizione di Creattiva per poter aver spazio e la scusa per nuovi acquisti!) mi sono armata di macchina fotografica e ho immortalato la "mostruosa creatura"!
Alcune raccomandazioni urgono prima di mostrar le immagini:
A)  Non ingrandite troppo le immagini... 
B)  Vietato andate a guardare il quinto triangolo della sesta fila...
C) Non fate caso alle cuciture dritte come una stradina di campagna dell'entroterra ligure...
E se qualche vera Quilter dov'esse mai capitare su questo post, la prego d'astenersi dal gettar Acqua Santa sullo schermo del P.C. per esorcizzare quest'obrobrio, prometto e spergiuro che prima o poi prendero' in seria considerazione l'iscrizione ad un corso!
Prima o poi...

Ed ecco come si puo' passare da una totale dedizione al bianco (vedi post precedente) ad un arcobaleno di colori che spero ci accompagni verso la primavera che non vuole arrivare!

48 commenti:

  1. Secondo me sei stata bravissima! Anche io penso che ci voglia una pazienza infinita e una precisione manicale per realizzare certe opere d'arte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Elena, ma ci vuole anche tanta tecnica...

      Elimina
  2. come appisolarsi e accoccolarsi avvolta da una splendida e calda coperta? è sufficiente andarla a rubare dalla Zucchy.....splendida.glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gloria... Arrivi tardi, me l'ha già rubata mia figlia!

      Elimina
  3. sei stata bravissima!!!!!!!!!!!!! proprio brava brava complimenti! cucire triangoli non è per niente facile.
    Per quanto riguarda il quinto triangolo della sesta fila non ti preoccupare succede a tutte e di accorgesene solo a coperta quiltata!!!!! E' come una nostra firma!!! brava avanti così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, sei troppo buona! Ma grazie mille per essere passata e per il commento bellissimo!

      Elimina
  4. ehila! Ma sei stata proprio tenace! E, lasciamelo dire ... anche brava! Io non ci penso proprio a provarci mai e poi mai ci riuscirei!
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annamaria, lo dicevo anch'io mentre ammiravo gli splendidi lavori delle quilters con la Q maiuscola! Per cui... Mai dire mai!

      Elimina
  5. Ciao Elena la tua tenacia ti ha già premiato, di solito il primo lavoro si fà con semplici quadrotti...tu invece hai già sperimentato i triangoli; la cosa più importante è l'attrezzatura per il taglio, e una discreta macchina da cucire, tutto il resto, per migliorarsi in questa bellissima arte del patch, arriva da internet, dai giornali, dai corsi ( chi ha la fortuna di abitare al nord!!!) e dai consigli delle ns. carissime amiche di blog!!!
    Complimenti per il tuo bel lavoro e per i colori che hai saputo mescolare!!!
    Buona giornata!
    Nella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei gentilissima Nella! E' stata dura, ma ne vado orgogliosa nonostante tutte le imperfezioni...

      Elimina
  6. Cara, che piacere risentirti! Questa tecnica è bellissima e difficilissima...ma tu hai una pazienza infinita,lo so...spero che tu ce ne proponga delle altre!! :):)
    Un abbraccio e buon lavoro, *Maristella*.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che ci riprovero'? Vedremo... IIn effetti ho ancora tanti altri avanzi di stoffe!

      Elimina
  7. Fantastica questa coperta... anche io adoro questa tecnica, però, data la mia assoluta mancanza di pazienza per il taglio e cucito, continuerò a sbavare su quelle che vedo alle fiere!!! Ancora complimenti. Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata Emanuela, e per aver lasciato il tuo commento, mi ha fatto molto piacere!

      Elimina
  8. Meravigliosa e come esordio direi che hai superato in modo superlativo la prova triangoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Morena! Ma la prossima sarà migliore...

      Elimina
  9. Se mi devi nominare solo per piccola telefonata...
    La TUA coperta è magnifica, sei stata coraggiosa ad iniziare senza nessuno che ti aiutasse e sei stata grandiosa a finire quella meraviglia.....non ci penso nemmeno ad andare a guardare il quadrato dilla fila tot e della riga tot...perchè l'insieme è splendido e sul letto del tuo Amore è ancora meglio!!!!
    BRAVA sei sempre super in tutto!!!
    un bacione a presto ....di devo ancora una bevuta...prima o poi........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cristina, il tuo consiglio mi è stato prezioso! Smuak...

      Elimina
  10. ...quinto triangolo della sesta fila????
    Ma mi faccia il piacere!!!!!!
    E' come se V. Van Gogh avesse detto "non guardate il sesto puntino del centro del quarto girasole del nono quadro"
    Spettacolo!

    :)
    Tatti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si... Pero' potevo fare un tantinino meglio...
      Sarà per la prossima! ;)

      Elimina
  11. Tesoro, ma hai fatto un copriletto!!! Wow. Io, come te l'anno scorso mi sono cimentata in questa magnifica arte. ADORO i quilts e desideravo fare una copertina per Sonia. Siccome mi sono voluta complicare la vita ( tanto per cambiare..:D) ho fatto la parte centrale con i triangoli. Beh, ti dico solo che c'ho impiegato ben quattro mesi e stortina mi è venuta lo stesso! Però nessuno è perfetto...;) Un bacio grande grande. Niki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sicuramente sarà stata apprezzata! Tutto cio' che è fatto con amore è un dono meraviglioso!

      Elimina
  12. ....i....o...u...a...eeeee...firmato Elena. Da dove iniziare?
    E' o no la Zucca Incantata? Favola! Buona Pasqua in anticipo, visto che il 30 sono dove sai! Kiss. ;) NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ni, buona Pasqua anche a te!

      Elimina
  13. bellissima !!
    questo è vero patch, colorato, allegro e utile a ripulire i cassetti dando nuova vita a rimasugli di stoffa dimenticati!
    ciao
    Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Sonia, grazie di essere passata a trovarmi!

      Elimina
  14. Ma niente meno! Ma sei stata bravissima!
    Io anche con libri e riviste a disposizione non sono mai stata capace di cominciare nemmeno una presina, e tu hai fatto una coperta! Wow!
    Ripeto: bravissima!!!

    RispondiElimina
  15. Lindos trabalhos, belas combinações de estampas.

    ¸.•°♡
    ♡ "Que este nosso pequeno mundo virtual, nesta Páscoa,
    seja cada vez mais humano!"

    ¸.•°♡
    ♡ Feliz Páscoa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero, questo è un magico mondo virtuale che ci avvicina e azzera le distanze!

      Elimina
  16. Io di Patchwork non ne capisco nulla ma Zukki questa coperta è meravigliosa...ma che lavorone hai fatto???????
    Mette di buon umore e poi viene voglia di avvolgersi. Riesci a stupirmi sempre, tu si che 6 davvero multitasking. Adoro anche gli orecchini bianchi con la rosa però!!!!! Ti abbraccio. cristina

    RispondiElimina
  17. Io lo so...tu sei magica!!!! E non dire di no!!!
    Bravissimissima!!!
    Bacione stellina!!
    Anto:o)

    RispondiElimina
  18. Oi amiga, achei seu blog lindo, já estou seguindo e sempre que puder passarei por aqui, trabalho com artesanato em eva, venha conhecer meu cantinho ficarei muito feliz.

    valartesdigitais.blogspot.com

    Val

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita, mi fa sempre piacere conoscere nuove amiche!

      Elimina
  19. è bellissimo, complimenti, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Tanti auguri di Buona e Serena Pasqua e Pasquetta, un baciooo ^^

    RispondiElimina
  21. ciao carissima, è sempre molto interessante e divertente passare a trovarti sul tuo blog, sei un'ottima narratrice! non sai quanto ti capisco, io sono una " non lo so fare ma ci provo!" e credo che sia lo spirito migliore per iniziare e imparare qualsiasi cosa. Magari il risultato finale non sarà perfetto, ma che importa! è pieno e comlo del nostro amore nel farlo.un abbraccio a presto Tiziana :0)

    RispondiElimina
  22. BUONA PASQUA

    Fla

    www.casadelpuntorosso

    www.littlebearlittlebear

    RispondiElimina
  23. è bellissimo, mi piace proprio tanto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. º° ❤♫°
    Olá, amiga!

    Bom domingo!
    Boa semana!

    °º♡♡♫
    °º♡ Beijinhos do Brasil.
    º° ♡ ❤♫°

    RispondiElimina
  25. sei stata bravissima!!! da profana anzi piu' sotto ancora, ti dico BRAVISSIMA!

    RispondiElimina
  26. Io voglio assolutamente sapere come hai fatto O_o
    Passo per passo...
    Che tipo di cucitura hai usato...
    Se li hai cuciti sulla coperta bianca....(o se la fortuna ha voluto che dietro erano tutti bianchi :D

    SEI STATA VERAMENTE BRAVISSIMA!!!!!!

    RispondiElimina
  27. mamma mia ma sei bravissima, è fantastico, complimenti alla tua manualità e alla tua grande creatività
    Valeria

    RispondiElimina